Crea sito

Il discorso finale di "The King's Speech"

In questa ora grave, forse il più fatale della storia, invio a tutte le famiglie dei miei popoli, sia in patria che all'estero, questo messaggio, parlato con la stessa profondità di sentimento per ognuno di voi come se fossi in grado di attraversare la soglia e parlare con te stesso.
Per la seconda volta nella vita della maggior parte di noi, siamo in guerra.
Più e più volte, abbiamo cercato di trovare una via pacifica fuori delle differenze tra noi e coloro che ora sono i nostri nemici, ma è stato invano.
Siamo stati costretti in un conflitto, per il quale siamo chiamati, con i nostri alleati per affrontare la sfida di un principio che, se dovesse prevalere, sarebbe fatale per ogni ordine civile nel mondo.
Si tratta di un principio che consente a uno Stato nella ricerca egoistica di potere di ignorare i suoi trattati e le sue promesse solenni, che sancisce l'uso della forza o la minaccia della forza contro la sovranità e l'indipendenza di altri Stati.
Tale principio, spogliata di ogni travestimento, è sicuramente la semplice dottrina primitiva che la forza è giusto, e se questo principio sono stati istituiti in tutto il mondo, la libertà del nostro paese e del Commonwealth Britannico delle Nazioni intera sarebbe in pericolo.
Ma molto più di questo, i popoli del mondo, saranno mantenute in schiavitù della paura, e tutte le speranze di pace stabilirono e della garanzia di giustizia e libertà tra le nazioni, sarebbe finita.
Questo è il problema ultimo che ci mette di fronte. Per il bene di tutti ci è caro, e del nuovo ordine mondiale e la pace, è impensabile che si debba rifiutare di affrontare la sfida.
E 'a questo scopo alto che ora chiamo quelli di casa e il mio popolo attraverso i mari, che renderanno la nostra causa loro.
Chiedo loro di stare calmi e fermi e uniti in questo momento di prova.
Il compito sarà difficile. Ci possono essere giorni bui avanti, e la guerra non può più essere confinata al campo di battaglia, ma possiamo farlo solo il diritto, come vediamo il diritto, e riverentemente impegnano a Dio la nostra causa. Se uno e tutti teniamo risolutamente fedele, pronto per qualsiasi servizio o sacrificarlo può chiedere, poi con l'aiuto di Dio, ci deve prevalere.